Signalling

Di seguito le principali attività sviluppate:

Progetti di ricerca finanziati in corso:

A marzo 2011 è stato presentato in Raggruppamento Temporaneo di Imprese tra Ansaldo STS, capofila, e due PMI liguri, un progetto a valere sui fondi del POR Liguria, il cui obbiettivo è la progettazione e realizzazione di un sistema stereoscopico per applicazioni di sicurezza in ambiente ferroviario e metropolitano.

  • Proseguono i progetti decretati dal Ministero della Attività Produttive (bando Industria 2015, Mobilità Sostenibile):
    • SISTEMA - progetto presentato dal RINA – Grimaldi Armatori nel quale Ansaldo STS svolge un’attività relativa alla movimentazione ferroviaria interna ai porti;
    • SLIMPORT - Porto esteso – progetto presentato da ElsagDatamat (oggi Selex-Elsag)  per il quale la Ansaldo STS è coordinatore del Sottoprogetto Slim Rail, studio di un sistema di trasferimento container porto – retroporto in modalità ferroviaria.
  • sono stati presentati vari progetti inerenti al bando PON a valere sui fondi destinati alla   Regione Campania. I tre progetti di seguito descritti hanno raggiunto il punteggio necessario per essere selezionati al finanziamento. Si attende a breve il decreto attuativo.
    • Secur ferr Tecnologie innovative per la SICURrezza della circolazione dei veicoli FERroviari. Ansaldo STS coordina una compagine di soggetti (imprese piccole e grandi, università e ferrovie) che ha presentato una domanda di cofinanziamento di un progetto di ricerca e sviluppo avente per oggetto il monitoraggio delle infrastrutture ferroviarie al fine di elevarne i livelli di sicurezza (safety e security) e rendere più efficienti le attività di manutenzione tra i parteners ci sono RFI e Circumvesuviana.
    • Digital pattern development” Il progetto coordinato da ELASIS   (Gruppo Fiat)  mira a realizzare un ambiente informatico di supporto alla progettazione ed alla produzione di sistemi e componenti per il trasporto stradale e ferroviario. VERO (Virtual Engineering for Railways and autOmotive)  finalizzato alla realizzazione di un simulatore di sistemi di segnalamento che, in funzione della loro applicazione su una linea specifica, possa consentire al progettista di valutare la miglior soluzione, in termini di performance e dimensionamento.

Continuano le attività sui progetti:

  • INESS Integrated European Signalling System al fine di standardizzare i sistemi di movimento treni in stazione;  
  • CESAR” (Cost-efficient methods and processes for safety relevant embedded systems). Il progetto, presentato congiuntamente ad altre aziende Finmeccanica, Siemens e CRF, vede Ansaldo coinvolta in merito a sistemi innovativi di V&V (Verifica e Validazione);
  • ERRAC Roadmap – definisce i temi prioritari per il trasporto ferroviario; 
  • PROTECTRAIL The Railway-Industry Partnership for Integrated Security of Rail Transport, nel quale Ansaldo STS è coordinatore di una compagine che contempla anche Selex-Elsag con l’obiettivo di sviluppare un sistema integrato per migliorare la sicurezza del trasporto ferroviario in coerenza con i sistemi europei;
  • ALARP - A railway automatic track warning system based on distributed personal mobile terminals. Obiettivo del progetto è sviluppare un innovativo sistema di allerta automatica di binario al fine di migliorare la sicurezza dei lavoratori; 
  • GAL+ (GNSS Application on Lines for Performance of Low Traffic and GAL+ Upgraded Safety) del quale il principale obiettivo è quello di sviluppare applicazioni innovative SoL (Safety Of Life) EGNOS e GALILEO nell'ambito del settore ferroviario a scarso traffico LTL (Low Traffic Line). Ansaldo STS  sta seguendo la realizzazione del prototipo attraverso risorse francesi, italiane e spagnole.

Sempre in ambito europeo si è conclusa la fase di negoziazione del progetto Sicured (“ Secured Urban Transportation - European Demonstration “) che si propone di studiare una metodologia di risk assessment e di sviluppare, integrare, rendere interoperabili gli strumenti relativi che possano essere utilizzati nel futuro dagli operatori del trasporto pubblico di città medio-grandi per proporre dimostratori in grandi città (Milano, Parigi, Berlino, Madrid). Ledear del progetto è Thales mentre Ansaldo STS è responsabile del sottoprogetto “Milano” che vede coinvolte ATM e Ferrovie Nord.
E’ tuttora in fase di negoziazione il progetto SATLOC, relativo all’utilizzo del satellite per la localizzazione treni nell’ambito di sistemi di segnalamento innovativi per ferrovie regionali.

Per quanto concerne i progetti autofinanziati
Si sono concluse le attività relative al Portale Multifunzione, per il quale è in corso la prequalifica RFI. In follow-up delle attività del portale si è sviluppato un modulo di riconoscimento rotabili, per il quale è in via di finalizzazione un ordine da parte di RFI.
E’ proseguita l’attività di messa a punto del sistema di pesa dinamica basato su fibre ottiche con reticoli di Bragg, con un sistema pilota istallato in uscita dallo scalo merci di Marcianise. I risultati sono stati soddisfacenti.

Wayside Interlockin

  • QMR nuova generazione: Dopo l’applicazione del QMR nell’apparato ACS di Pisa, sono in corso gli sviluppi necessari alle nuove architetture richieste da RFI, con possibilità di centralizzare MMI, con comandi sicuri, anche per apparati a relè (cappello elettronico), la gestione dei degradi con logiche in periferia, comunicazioni centro – periferia ad alta velocità e disponibile su reti aperte, collegamenti diretti centro – periferia, senza l’utilizzo del controllore di area. In particolare , la nuova piattaforma di terra, denominata WSP (Wayside Standard Platform) è in avanzato stato di sviluppo e stanno per iniziare le prime attività di certificazione interna.
  • Nuova generazione dei Field Controller Unit (FCU): nuovo I/O per apparato ACC e integrazione nuovo 2oo2 per la famiglia dei nuovi FCU.
  • Integrazione nuova CPU 2oo2 per Interloking tipo MICROLOK II (prima fase per le applicazioni mass transit in Cina; poi estensione del fw per gestire con la nuova scheda “2oo2” anche le restanti schede I/O che riportano alla famiglia Microlok).

Wayside Train Separation

  • RBC:
    • L’evoluzione della richiesta del sistema ERTMS, anche fuori dall’Europa, ha evidenziato la necessità di realizzare strumenti di progettazione/configurazione e simulazione relativi al prodotto RBC sempre più modulari. La prima fase di analisi si è conclusa e alcuni strumenti sono già stati realizzati:
      • Simulatori che interfacciano il sistema RBC reale con il sistema di simulazione IOP europeo;
      • Strumenti di configurazione per il debug della logica;
      • Strumenti di progettazione per la realizzazione in automatico della documentazione cenelec compliant (in fase prototipale);
      • In particolare il mercato tedesco, cinese e svedese hanno evidenziato nuove necessità legate a funzionalità particolari dell’interfaccia operatore che sono andate a modificare i componenti base di RBC per quanto riguarda i comandi “pesanti”. L’implementazione della procedura di comando “sicura” che permette l’eliminazione della tastiera pesante è terminata, ora è in fase di validazione;
      • Proseguono gli studi per l’adeguamento del software relativo all’implementazione del Livello 3 nonchè l’aggiornamento dei requisiti funzionali in accordo alle SRS di UNISIG  baselines 3;
      • E’ stato sviluppato l’adeguamento del software relativo all’implementazione del Subset039 (HO) e sono in corso le attività di certificazione;
      • Proseguono gli studi dell’ RBC di terza generazione per la ottimizzazione dei costi tramite riduzione del numero degli armadi e delle schede con la possibilità di incrementare ulteriormente le prestazioni (sino a 120 treni) così come  l’interfacciamento a lunga distanza (collegamento con periferia su reti aperte). Inoltre è partita l’attività di adeguamento dell’interfaccia radio GSM/R anche per comunicazioni di tipo GPRS;  inoltre è in corso lo studio di fattibilità affinché la nuova piattaforma WSP generata per l’interlocking, possa altresì essere utilizzata anche per RBC
      • Definizione dell’architettura del posto centrale di  PTC derivata dalla piattaforma WSP, compreso l’integrazione delle logiche di apparato interlocking con quelle di distanziamento (e di supervisione);
      • Studio dell’applicazione satellitare in campo ferroviario e della sicurezza, incluso la definizione del sistema di bordo LDS (localizzazione satellitare).
  • BALISE Standard:
    • Al fine di consentire la programmazione della balise senza la sua rimozione dalla traversina, è stataprogettata una particolare logica idonea a consentire la programmazione via Air-Gap.
  • BALISE Ridotta:
    • sono stati completati i documenti di progetto;
    • sono stati realizzati i primi prototipi dotati di “programmazione via air gap” che sono prossimi ad essere installati in campo per le prove sperimentali necessari;
    • sono disponibili le prime realizzazioni della valigia di programmazione.
  • RADIO IN FILL:
    • per quanto riguarda l’apparecchiatura di “Linea” radio infill è stato realizzato e sperimentato un prototipo attualmente in fase di caratterizzazione per quanto riguarda le verifiche preliminari alle prove di tipo. Tutti i requisiti attualmente stabilizzati da RFI sono rispettati.  E’ in corso il completamento della documentazione di prodotto. E’ inoltre in corso lo studio del complesso antenne–filtri, per le apparecchiature di linea, al fine di mettere a punto una soluzione ottimizzata sotto l’aspetto installativo;
    •  il completamento di tale sviluppo resta subordinato alla conferma da parte di RFI della reale esigenza del prodotto radio infill (al momento tale esigenza non è stata confermata).
  • ENCODER DA SEGNALE:
    • è stato completato lo sviluppo del prototipo in configurazione idonea per il Progetto POS Germania integrato da un nuovo modulo di acquisizione necessario per l’applicazione in Romania;
    • sono state condotte con successo le prove di tipo su tale prototipo;
    • sono state superate con successo verifiche di stress EMC irradiato e condotto;
    • sono in corso le Attività di Verifica e Validazione
    • sono stati prodotti dallo stabilimento di Tito i primi esemplari di Pre-Serie allo scopo di verificare la corretta producibilità di serie;
    • proseguono, in Romania, le prove in campo (rilascio del sistema previsto entro fine 2011).
    • Sono in corso le attività di certificazione del prodotto generico LdS che si prevedono concluse entro la fine del 2011
  • WIU:
    • Interfacce di periferia per sistema PTC (USA), con utilizzo di WIU (stand alone ed integrato in Microlok).
  • CBTC:
    • sono in corso le attività di integrazione del sistema di terra e di bordo, inclusi le componenti vitali e non, con l’ottimizzazione globale delle competenze di sviluppo che, seppur distribuite in differenti siti geografici, sono oggi gestite in modo centralizzato con coordinamento a livello globale;
    • proseguono i test di integrazione del software relativo allo Zone Controller ed al Carbone Controller
    • prosegue l’attività di adeguamento degli IXL di tipo statico secondo i requisiti CBTC;
    • è stato sviluppato il sistema di simulazione per i test integrati CBTC (terra / bordo);
    • sono in corso le attività di integrazione ed adattamento del sistema di supervisione ATS in relazione ai requisiti di blocco mobile gestito in CBTC;
    • è stato definito l’utilizzo della boa eurobalise quale “tag” standard per le applicazioni CBTC;
    • sono in corso le attività di upgrade del sistema CBTC dalla modalità operativa “con driver” a quella in regime “driverless” (sono in fase di stesura i requisiti funzionali e non);
    • è in atto l’analisi relativa alla possibilità di realizzare il sistema CBTC “senza” sistemi di “train detection”;
    • TOD: Interfaccia uomo macchina per apparato di bordo CBTC: è stata realizzata la prima versione della ToD (touch screen) in relazione ai requisiti del sistema attualmente disponibili.
    • è stato attivato lo studio di fattibilità per uniformare l’utilizzo della nuova piattaforma standard WSP anche per la parte vitale di terra cdel CBTC, definita quale “zone controller”.

On board:

  • Sono stati individuati dei miglioramenti all’algoritmo odometrico e definiti i requisiti per lo sviluppo (in corso) di un nuovo sistema di odometria, che sarà fruibile sia dalla piattaforma CPU2 che da quella DIVA
  • Prosegue lo sviluppo di un nuovo BTM (acquisizione balise) (integrato e stand alone);
  • E’ in corso l’evoluzione alla release 2.3.0.d della versione SRS ERTMS su DIVA, ottimizzando quanto possibile la logica 2.3.0.d (sw4.0) per la quale in Italia è stato rilasciato il safety case e si è in attesa della certificazione da parte di RFI;
  • Sono in corso le attività di standardizzazione delle componenti “buy” tipo DMI, JRU e MT.

Ground equipment:

  • È in corso di definizione la specifica dei requisiti funzionali e non per un circuito di binario in audiofrequenza, definito “Universal track circuit” (EVO) che possa lavorare sia nella banda “alta” che “bassa” delle audiofrequenze e che potrà modulare la codifica dei messaggi verso il treno in modalità ASK ed FSK
  • Segnali a LED Alto e Basso : Sono in corso attività di sviluppo dei segnali a LED (Alto e Basso) per  Italia e per il mercato estero. In particolare sono state individuate delle soluzioni a led sia per i segnali a specchi dicroici che a corpo unico attraverso la cooperazione di aziende esterne (soprattutto per la parte meccanica del segnale stesso), combinata con i filtri e le interfacce di tipo seriale con gli apparati interlocking. Inoltre sono in corso prove e assessment da parte di RFI.

Al 30 giugno 2011 le spese per Ricerca e Sviluppo si attestano a 19.880 K€  in crescita rispetto al 30 giugno 2010, pari a  18.077 K€.

Le attività sviluppate dall’Unità Signalling, per un valore complessivo di 18.928 K€ (16.727 K€ nel semestre 2010), pari al 95% del totale, sono principalmente riferibili alle seguenti società (dati in K€)

  • Ansaldo STS S.p.A:
  • Ansaldo STS France: 6.568
  • Ansaldo STS USA :

Le attività sviluppate dall’Unità Transportation Solutions sono pari a 952 K€ in leggero decremento rispetto ai valori del 30 giugno 2010 (1.350 K€).

Ricerca & Sviluppo al 30 giugno 2011-2010 (in K€)  e contribuzione delle Unità

Ricerca & Sviluppo al 30 giugno 2011 - 2010 (in K€) e contribuzione delle Unità